Panorama

29 aprile 2022 – un nuovo Messia

Elon Musk, il nuovo guru del pianeta azzurro, l’oligarca unico di questo breve mondo, acquisisce con l’ennesimo colpo di mano il colosso social Twitter.
Gongola ovunque enunciando come un novello Gesù Cristo che la libertà di parola è vera democrazia, lui pronto a riconquistare l’altro mondo spaziale per poi ritornare sulla terra a redimere il suo popolo.

Inserire nella stessa frase le parole libertà e democrazia fa sempre un certo effetto. Appartengono al lessico di Calamandrei, De Gasperi, Martin Luther King, Pertini.
Metterle in bocca all’imprenditore più ricco di sempre (patrimonio stimato in circa 300 miliardi di dollari statunitensi) suona distorto (e non parlo solamente da musicista, educato all’armonia e alla consonanza).

Istruzione e Cultura

Occorre sottolineare che prima di pensare alla libertà di parola esiste il diritto/dovere all’istruzione e alla cultura, in Italia garantito dall’articolo 34 della Costituzione.
A fianco inserisco la libertà di conoscenza, correlata alla curiosità individuale e al desiderio di migliorarsi, tipiche dell’essere umano dal sapiens in avanti.

Scelta

La libertà di scelta chiude il cerchio.
Siamo liberi di operare una scelta nel momento in cui siamo consapevoli, abbiamo gli strumenti per comprendere (prendere con sé, accogliere).
Solo con questi presupposti la libertà di parola è vera democrazia: allorquando la parola assume un valore semantico e dunque concettuale.
Altrimenti la parola resta fine a se stessa, vuota e insignificante, carica di nulla con lo scopo unico di riempire un vuoto con altro vuoto.
E colpire, additare, offendere, calunniare, degradare, demolire, rendere schiavi, depistare, abiettare, uccidere.

Sacre Scritture

Mi rendo conto che il patron del globo abbia utilizzato la brevità, tipico della comunicazione social (Twitter docet dall’alto dei suoi 140 caratteri, spazi compresi).
Ci attende un futuro sintetico.

Le Nuove Sacre Scritture staranno integralmente sullo schermo da 6 pollici, facili da leggere per qualunque essere vivente che abbia almeno un pollice opponibile.

Andiamo in pace (?)